“Respinto l’ennesimo ricorso al Tar Lazio contro l’ordinanza con cui Virginia Raggi ha disciplinato fasce orarie di funzionamento delle slot e VLT nella Capitale. E’ stata quindi, di nuovo, confermata la sua legittimità e funzione sociale”. Così su Facebook la consigliera comunale M5S, Sara Seccia.

“In sintesi, in sentenza si legge:

– che il potere è stato esercitato legittimamente, ai sensi del T.U.E.L. e secondo quanto deliberato dall’Assemblea capitolina con il “Regolamento sale da gioco e giochi leciti”;

– che la competenza del Sindaco concerne l’interesse generale della comunità locale, quale è anche la lotta all’azzardopatia;

– che l’ordinanza contiene un puntuale riferimento alle esigenze di tutela della salute pubblica e del benessere individuale e collettivo dei cittadini, al cui soddisfacimento è preordinata;

– che la riduzione oraria di funzionamento degli apparecchi sul territorio comunale è strumento per la lotta alla dipendenza da gioco;

– che il fenomeno esiste ed è sia palese che sommerso (non registrato nei dati ufficiali);

– che il provvedimento tutela i giovani utenti, come dimostra il fermo degli apparecchi negli orari di uscita dalle scuole” conclude Seccia.