“La Nota dichiara collegati alla decisione di bilancio 22 disegni di legge, tra i quali, per i profili di interesse della Commissione Finanze, si segnalano le deleghe per la riforma fiscale, la riforma della giustizia tributaria, il riordino del settore dei giochi e l’attuazione dell’autonomia differenziata”.

Lo ha detto Raphael Raduzzi (M5S), relatore, nell’ambito della discussione della Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza 2020 in Commissione Finanze della Camera.

Raduzzi ha llustrato “i contenuti del provvedimento”, ricordando che la “Nota di aggiornamento del Def 2020 (Nadef 2020) aggiorna il quadro programmatico di finanza pubblica per il periodo 2021-2026 rispetto a quello contenuto nel Documento di economia e finanza dello scorso aprile (Def 2020) il quale, a causa della rapida evoluzione del quadro economico a livello europeo in relazione al diffondersi dell’epidemia da Covid-19, rispetto ai precedenti Def presentava un contenuto più essenziale e limitato al periodo 2020-2021, secondo quanto previsto dalle Linee guida aggiornate della Commissione europea per i Programmi di stabilità nazionali del 2020 (Linee guida del 6 aprile 2020)”.

Nel parere approvato dalla Commissione Finanze si legge quindi “tenuto conto che la Nota dichiara collegati alla decisione di bilancio 22 disegni di legge, tra i quali si segnalano le deleghe per la riforma fiscale, la riforma della giustizia tributaria, da realizzare anche attraverso l’introduzione di misure deflative del contenzioso, il riordino del settore dei giochi e l’attuazione dell’autonomia differenziata; (…)”.