“Sul tema dei giochi siamo subito intervenuti con provvedimenti che hanno evitato che questo ambito potesse creare uno strumento di trasmissione della pandemia in questo momento così critico. Inoltre, in base alla road map del Governo, con gradualità sensata, abbiamo previsto una riapertura di queste attività con la medesima prudenza, attenzione e dando priorità alla salute pubblica, fermo restando i provvedimenti della autorità locali”.

Lo ha detto il direttore di Adm, Marcello Minenna (nella foto) in audizione nelle Commissioni riunite Finanze e Attività produttive della Camera nell’ambito dell’esame, in sede referente, del disegno di legge C. 2461, di conversione in legge del decreto n. 23 del 2020, recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali.

Rispondendo alle domande Minenna ha aggiunto: “La road map sul tema giochi è definita dal Governo, Adm ha deciso per una gradualità dilazionata nel tempo proprio per evitare di esporre i cittadini a rischi di salute pubblica. Premesso che noi siamo stati i primi a chiudere tutto, a parte il gratta e vinci, che per evidenti motivi non era un tipo di gioco che potesse creare assembramento, è evidente che il tipo di giochi che riapriamo ora sono a monitor spenti e senza rischi quindi che si possano creare assembramenti presso i tabaccai, rimasti comunque aperti in questi mesi. Abbiamo fatto un intervento nel rispetto delle linee normative, della legge, che potesse mantenere la massima prudenza. Poi su questo è importante dire che Adm è un’agenzia governativa che ha l’obbligo di applicare la legge come organo tecnico e non certo di esercitare scelte discrezionali di natura politica”.

In merito alla lotteria degli scontrini ha chiarito: “Non compete a me la valutazione politica, ma credo che dal punto di vista tecnico sarebbe opportuno un rinvio – e in merito a questo ho già effettuato le segnalazioni del caso – in maniera tale da poter rendere più omogenea questa attività rispetto alle criticità economico-finanziarie che il Paese deve affrontare. Siamo in attesa della valutazione delle nostre proposte e considerazioni tecniche”.