Nell’ambito dell’esame in Commissione Giustizia del Senato del provvedimento riguardante “Conversione in legge del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”, il senatore Crucioli (M5S) riferendosi all’articolo 27 ha chiesto “se vi sia un nesso tra la previsione che prevede l’aggravamento delle sanzioni per il gioco d’azzardo e la disciplina del reddito di cittadinanza. In particolare qualora la connessione vada individuata nel noto divieto di utilizzare le somme percepite con il reddito di cittadinanza per attività di gioco o scommesse chiede che tale nesso venga meglio esplicitato”.