“Nel blog delle Stelle il Vicepremier Di Maio ha scritto il 1° dicembre scorso, con la consueta enfasi retorica, che ci sono buone notizie per i piccoli imprenditori, che d’ora in poi pagheranno meno tasse, mentre per banche, assicurazioni e gioco d’azzardo la festa è finita.

Pare innanzitutto di capire che il MoVimento 5 Stelle è decisamente contrario al gioco d’azzardo, ad esclusione, però, del poker con i soldi degli italiani, nel quale, invece, si cimenta da campione assoluto da diversi mesi. In generale, risulta evidente da quella infelice battuta del Vicepremier che per il Governo gialloverde affidare i risparmi ad una banca o investirli in una polizza vita sul piano etico è equivalente a giocarli alle slot machine; attività tutte da colpire e punire con la tassazione più pesante”.

Lo ha detto in Aula alla Camera il deputato Pierantonio Zanettin (Fi) nell’ambito della discussione sul Decreto Fiscale.

Commenta su Facebook