Dopo che nella serata di ieri il Governo aveva incassato la fiducia sul testo (con 452 sì e 53 voti contrari), l’aula della Camera ha approvato oggi in via definitiva, con 331 voti a favore, 45 contrari e 3 astenuti, il Dl Festività, già approvato dal Senato, sulla proroga fino al 31 marzo dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento dell’epidemia da Covid-19. Il decreto legge assorbe altri due provvedimenti urgenti emanati successivamente (tra questi figura quello varato per consentire ai grandi elettori positivi al Coronavirus di partecipare all’elezione del Presidente della Repubblica).

Il provvedimento contiene ulteriori misure per il contenimento della pandemia, ridefinisce le scadenze previste per la quarantena precauzionale (introducendo anche il principio dell’autosorveglianza) e riduce da nove a sei mesi il periodo di validità del green pass rafforzato (tale limite temporale è stato peraltro modificato da un successivo intervento urgente attualmente in fase di conversione). Tra le disposizioni rientrano anche nuove specificazioni riguardanti l’utilizzo dei green pass base e rafforzato in varie attività professionali, sportive, ricreative e scolastiche e il contenimento dei prezzi delle mascherine Ffp2 e Ffp3.

Il testo, inoltre, prevede l’obbligo di green pass rafforzato (ottenibile tramite vaccinazione o guarigione dal Covid-19) anche in zona bianca per l’accesso a una serie di servizi e attività, tra cui sale giochi, scommesse, bingo e casinò.