“Come Fratelli d’Italia ha chiesto al Governo Draghi, peraltro sulla scorta di richieste che vengono dal territorio, sarebbe opportuno fermare il prima possibile quel provvedimento. Anziché gettare risorse al vento, quei soldi sarebbero certamente meglio investiti su maggiori ristori per le imprese colpite duramente dalla pandemia”. Lo ha detto l’assessore al Commercio del Comune di Como, Marco Butti (FdI), parlando del cashback.

E ancora: “Il Cashback così come l’inutile lotteria degli scontrini hanno creato non pochi problemi e gli effetti sono ben poco significativi. Inoltre, non è affatto così che si avvicinano commercianti e cittadini alla pubblica amministrazione. Ci sono centinaia di commercianti che non sanno che futuro avranno, che non sanno come potranno reinventare le loro attività dopo la pandemia e qualcuno ancora difende e rilancia cose inutili, soprattutto per come pensate e realizzate. Se poi a Roma si deciderà di proseguire su questa strada, non potremo che prendere atto della lontananza dal mondo in sofferenza del commercio, che chiede ben altro”.