Nuovo piano per la prevenzione e cura del disturbo del gioco d’azzardo a Città di Castello (PG). “Si tratta di un fenomeno molto complesso che richiede risposte qualificate – spiega l’assessore alle politiche sociali, Luciana Bassini – in quanto è necessario tenere conto dei molteplici aspetti di cui si compone. Il piano propone attività di informazione, supporto e inclusione sociale, finalizzate alla prevenzione della diffusione del disturbo del gioco d’azzardo, facilitando l’accesso al sistema dei servizi in stretta collaborazione con Asl, associazioni territoriali per organizzare momenti di condivisione e creare un gruppo di coordinamento stabile con potenziamento della rete di supporto”. Lo riporta lanazione.it.

A gennaio il gruppo Castello Cambia aveva presentato una mozione in merito dove si chiedeva di “potenziare i servizi per il trattamento delle dipendenze da gioco d’azzardo, istituendo un centro (come quello attivo a Foligno) che sperimenta un modello d’intervento concreto; introdurre uno sgravio della TASI, la tassa sull’occupazione di suolo pubblico, per chi disinstalla o non incrementa le postazioni di gioco d’azzardo; dotarsi di un regolamento per il contrasto del gioco d’azzardo”.