“Ho ribadito l’interesse del nostro Governo e della nostra maggioranza per un rilancio della casa da gioco di Saint-Vincent, sperando che si possa uscire presto da due incertezze. La prima è l’attesa sentenza sul concordato, la seconda è che i tempi del confinamento con chiusura dell’attività siano brevi. La Regione deve credere nel futuro del Casinò attraverso una progettualità che consenta la valorizzazione di un savoir faire e di una professionalità che hanno sempre fatto di Saint-Vincent un punto di riferimento nel mondo delle case da gioco”. Lo ha detto l’assessore regionale alle società partecipate, Luciano Caveri, al termine di un incontro con le organizzazioni sindacali per fare il punto sulla situazione del casinò valdostano.

Durante il confronto è emersa “la preoccupazione reciproca – come riportato in una nota – sulle difficoltà che sta attraversando l’azienda a causa dell’attuale chiusura legata all’emergenza sanitaria: in questo senso, l’Assessore si è impegnato a mettere in atto, anche in sinergia con le realtà di Sanremo e Venezia, tutte le azioni possibili per far sì che l’attività possa riprendere, insieme all’intera stagione turistica, almeno per le festività natalizie, il tutto è ovviamente subordinato all’evoluzione sanitaria nazionale”.
Da parte loro, i sindacati hanno chiesto di “operare affinché le Case da gioco vengano inserite nei prossimi atti emanati dal Governo nazionale per ristorare le aziende che si sono viste obbligate a sospendere temporaneamente la loro attività”. Lo riporta l’Ansa.