Nell’ambito dell’esame del disegno di legge “Governance del Piano nazionale di ripresa e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure” nelle Commissioni riunite Affari Costituzionali e Ambiente della Camera è stato segnalato come “di interesse” un emendamento sui giochi. Lo riportiamo di seguito:

Dopo l’articolo 43, aggiungere il seguente:

Art. 43-bis. (Semplificazioni in materia di svolgimento in sicurezza e di impulso alla transizione digitale nel settore del gioco legale)

1. In considerazione dell’emergenza epidemiologica COVID-19, al fine di garantire l’operatività in sicurezza dei punti vendita di gioco legale, e allo scopo di incentivare la diffusione di strumenti digitali, anche in considerazione degli obiettivi stabiliti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, a decorrere dall’entrata in vigore della presente legge e fino al 31 dicembre 2022, per i giochi numerici a quota fissa, i giochi numerici a totalizzatore nazionale e le scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, ivi compresi gli eventi simulati, ferma restando l’erogazione in modalità fisica dei predetti giochi, è avviata una sperimentazione riguardante l’erogazione di ricevute di gioco dematerializzate. 2. Con uno o più decreti del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, da emanare entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della presente legge, sono definite, le modalità di attuazione della sperimentazione di cui al comma 1.

43.03. Ungaro, Fregolent (IV)