Con l’OK in Senato al decreto Ristori anche le modifiche alla misura in materia di registro unico degli operatori. Ecco il testo del provvedimento così come dal testo che l’Aula ha approvato, in prima lettura. 154 senatori hanno votato a favore e 122 contro sull’emendamento interamente sostitutivo del ddl, che recepisce le proposte approvate nelle Commissioni riunite Bilancio e Finanze, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.

Art. 13-ter.3
(Registro unico operatori di gioco)
1. All’articolo 27 del decreto-legge 26 ottobre 20 19, n. 124, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157, sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) al comma 3, la lettera c) è sostituita con la seguente:
“c) i soggetti: 1) produttori e 2) proprietari degli apparecchi di cui all’articolo 110,
comma 7, lettere a) , e) , e-bis) e c-tel), del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 ;
3) possessori o detentori a qualsiasi titolo degli apparecchi di cui all’articolo 110,
comma 7, con esclusivo riferimento a quelli che possono distribuire tagliandi
direttamente e immediatamente dopo la conclusione della partita”;
b) al comma 3, dopo la lettera g), è inserita la seguente:
“g-bis) i concessionari delle lotterie istantanee”;
c) al comma 4, dopo le parole: «regio decreto 18 giugno 1931 , n. 773,» sono
inserite le seguenti: «ove previste, ‘1 ;
d) al comma 7, dopo le parole: “con decreto del Ministro dell’economia e delle
finanze” sono inserite le seguenti: “al fine di garantire omogeneità fra i diversi
ambiti di gioco, con l’obiettivo di aumentare la sicurezza e la legalità del settore e
l’affidabilità degli operatori sono individuati ulteriori requisiti soggettivi ed
oggettivi per l’iscrizione al Registro e” e dopo le parole: “alla cancellazione” sono
inserite le seguenti: “e sospensione”;
e) al comma 9, in fine, è aggiunto il seguente periodo: “Al fine di consentire la
necessaria informazione sulla effettiva iscrizione al Registro dei singoli operatori
del gioco pubblico, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli pubblica sul proprio
sito istituzionale i dati identificativi degli iscritti e l’indirizzo degli esercizi ove
viene effettuata la raccolta di gioco”;
j) al comma 10, le parole: “novantesimo giorno” sono sostituite dalle seguenti:
“centocinquantesimo giorno” e le parole: “è abrogato” sono sostituite dalle
seguenti: “cessa di avere efficacia” ».