BILD zu OTS - Mag. Harald Neumann und Mag. Thomas Graf bei der ICE Totally Gaming 2017 in London
Print Friendly, PDF & Email

NOVOMATIC, leader mondiale nel settore delle tecnologie per il gioco, ha registrato record di vendite nei primi sei mesi dell’esercizio 2017 e il maggior numero di dipendenti nella storia dell’azienda

(Jamma) – Nei primi sei mesi le vendite di NOVOMATIC AG sono aumentate dell’11,3 per cento a 1.218,7 milioni di euro (primo semestre del 2016: 1.094,9 milioni di euro). Questo sviluppo è dovuto principalmente ad un significativo aumento delle slot machine elettroniche gestite da NOVOMATIC in tutto il mondo. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il numero di siti autonomi (compresi i casinò, le sale di scommesse sportive e le sale di bingo) è aumentato da circa 1.800 a quasi 2.100. Anche le macchine da gioco operanti hanno raggiunto un nuovo record con un aumento di circa 9.000 macchine attualmente 70.700 macchine.


La crescita del Gruppo nella prima metà dell’anno è stata determinata da acquisizioni effettuate principalmente nei principali mercati della Germania e della Spagna. Tra gli altri, sono stati acquisiti il ​​Casino Royal Group in Germania e il Basque Gaming in Spagna. Altre piccole acquisizioni sociali avvengono, ad esempio in Spagna, Italia e Paesi Bassi.

“Questi investimenti orientati al futuro assicurano la forte posizione di NOVOMATIC nel mercato globale a lungo termine”, ha dichiarato Harald Neumann, CEO di NOVOMATIC. “Le attuali cifre semestrali con vendite record mostrano che siamo sulla buona strada con la nostra strategia di crescita internazionale e questo è esattamente quello che intendiamo perseguire in futuro”.

Le acquisizioni effettuate nella prima metà del 2017 ammontano a 115,4 milioni di euro. La più grande acquisizione ammonta a 44 milioni di euro nel mercato tedesco di Casino Royal, seguita da 39,8 milioni di euro nell’Europa orientale (EE) con l’acquisizione di interessi di maggioranza in quattro società polacche.

Nel primo semestre l’EBITDA è stato pari a 282,5 milioni di euro ed è stato di appena 4,7 milioni di euro inferiore al livello dell’anno precedente. Il numero dei dipendenti è salito ad una cifra storicamente elevata di 26.336, con una crescita di 2.487 persone rispetto alla fine del 2016.

Commenta su Facebook