Il regolatore olandese del gioco d’azzardo Kansspelautoriteit (KSA) ha rilasciato ulteriori dettagli sulla richiesta di nuove licenze di gioco d’azzardo online nel paese, precisando che gli operatori saranno in grado di presentare domande non appena entreranno in vigore nuove leggi.

I Paesi Bassi dovrebbero aprire un mercato regolamentato del gioco d’azzardo online nel gennaio 2021 dopo che il Senato olandese a febbraio ha approvato la legge sul gioco d’azzardo.

Il governo olandese intende introdurre le norme secondarie che disciplinano il mercato dal 1 ° luglio 2020, previa approvazione definitiva da parte del Ministero della giustizia e della sicurezza.

La KSA ha affermato che, sebbene non possa confermare quando la legge entrerà in vigore, intende fornire informazioni ai potenziali candidati in merito al processo. In questo modo, ha affermato, gli operatori saranno consapevoli di ciò che sarà loro richiesto.

Nel mercato olandese saranno disponibili quattro diverse licenze: giochi da casinò (come slot e giochi da tavolo); giochi da casinò peer-to-peer (poker online). Saranno inoltre offerte licenze per scommesse su eventi sportivi e scommesse su corse di cavalli e trotto.

La richiesta di una licenza di gioco online avrà un costo di € 45.000  e se non viene concessa, i richiedenti non avranno diritto a un rimborso. Le domande devono essere scritte in lingua olandese, mentre una traduzione in olandese deve essere inclusa insieme a tutti i documenti ufficiali presentati con la domanda.

Le domande verranno elaborate solo se completate integralmente, l’identità del richiedente è chiara e il pagamento è stato effettuato. Il regolatore può richiedere ulteriori informazioni successivamente nel corso processo al fine di confermare l’identità del richiedente.

La KSA valuterà ciascuna domanda per determinare se l’operatore offre i propri servizi in modo responsabile, affidabile e verificabile. L’autorità di regolamentazione ha affermato che una domanda potrebbe essere rigettata se l’operatore ha collegamenti con parti accusati di reati penali, amministrativi o fiscali.

Gli operatori che richiedono una nuova licenza non devono essere stati dichiarati falliti in precedenza, hanno sospeso i pagamenti o sequestrati beni, mentre devono essere messe in atto misure adeguate per garantire che i fondi dei giocatori siano tenuti separati dal capitale circolante. La KSA ha dichiarato che prenderà in considerazione gli operatori che lavorano con fondi di terzi o una garanzia bancaria.

I candidati devono anche avere una strategia per contrastare la dipendenza da gioco d’azzardo. Questo dovrebbe essere prodotto in collaborazione con esperti del settore e in linea con il sistema olandese che cura la dipendenza. Un rappresentante aziendale dovrebbe essere collocato anche nei Paesi Bassi per supportare questa strategia.

In termini di marketing, i richiedenti devono comunicare la loro strategia pubblicitaria alla KSA. Questo include il modo in cui affrontano la pubblicità in modo responsabile, in che modo viene impedito che gli annunci siano fuorvianti e aggressivi, in che modo impediranno l’incitamento a una partecipazione inappropriata, come eviteranno di rivolgersi a gruppi vulnerabili, nonché i termini e le condizioni associati alle promozioni bonus.

Tutti i richiedenti dovrebbero disporre di un sistema di reclami in modo da rispettare le leggi olandesi sulla protezione dei consumatori, mentre gli operatori che garantiscono licenze di scommesse sportive devono accettare di collaborare con la KSA per aiutare a identificare le partite truccate.

Le domande devono inoltre dimostrare la conformità con le disposizioni della Legge sulla prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo. La legge include misure quali la gestione dei rischi, le indagini sui clienti, la segnalazione di transazioni sospette, la conservazione di documenti giustificativi e la formazione.