agenzia
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Con un messaggio, il Direttore Giovanni Kessler, presenta la nuova Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e parla dei diversi risultati che si intente raggiungere con la riorganizzazione.

“Il ministro dell’Economia e delle Finanze – scrive in una nota Giovanni Kessler – ha approvato giovedì scorso il nuovo Statuto e il nuovo Regolamento di Amministrazione dell’Agenzia Dogane e Monopoli.

Il via libera definitivo arriva dopo due passaggi in Comitato di Gestione e un processo di ascolto e condivisione durato sei mesi. È un risultato importante per l’Agenzia”.

“Ringrazio – prosegue Kessler nella nota – chi, accanto a me, si è speso direttamente per una riorganizzazione così innovativa dell’Amministrazione, i Direttori e quanti, a Roma e sui territori, hanno contribuito anche con sollecitazioni e critiche.

Abbiamo ora l’occasione di dare sostanza alla trasformazione di questa Amministrazione per renderla più moderna, efficiente e sostenibile.

Lo Statuto è in vigore da subito: è qui che è indicata la missione dell’Agenzia, la cornice indispensabile per dare un senso ideale all’unificazione tra Dogane e Monopoli.

La riepilogo in quattro funzioni cardine: supporto alla crescita, difesa degli interessi finanziari dell’Italia e dell’Unione Europea, presidio di legalità, tutela della sicurezza e della salute dei cittadini.

È la nostra identità, la bussola per lavorare in una dimensione unitaria, con orgoglio e spirito di appartenenza.

Il nuovo Regolamento di Amministrazione è l’altro tassello della riorganizzazione. Realizza l’unione delle due strutture di Dogane e Monopoli, a livello centrale e territoriale.

Ne conseguono eliminazione di duplicazioni e sprechi, sinergie, qualificazione e flessibilità nell’impiego del personale, maggiore efficienza.

Inoltre, vengono ridotte lo posizioni dirigenziali di prima e seconda fascia per creare un consistente numero di nuove posizioni organizzative, che saranno impiegate soprattutto negli uffici locali.

Avremo così una Agenzia più equilibrata sia nelle sue strutture dirigenziali, sia nella sua configurazione territoriale.

Nelle prossime settimane saranno adottati gli atti organizzativi che disegneranno la nuova articolazione delle direzioni centrali e degli uffici locali.

L’impegno poi è di completare l’esecuzione della riorganizzazione per l’inizio del nuovo anno”.

 

Commenta su Facebook