Ultimo e spettacolare week end d’agosto all’ippodromo del Savio, con un divertente venerdì aperto alle 21.00 dal brillante primo piano di Eclatante Se, allievo di Holger Ehlert sul quale è occasionalmente salito Natale Cintura che ha accompagnato il puledro erede di Maharajah al significativo ragguaglio di 1.19.1 sul doppio chilometro davanti al convincente Eccebombo Jet, leader sino a pochi metri dal palo e alla debuttante Euphobia, poi scarno test per gentlemen ed anziani con Zerouno Mmg e Vincenzo Vitagliano autori di un vittorioso coast to coast chiuso alla facile media di 1.17.0 sulla trascurata Avica Chuck Sm e sulla diligente Zastava D’Aghi.

Testimone alla leva 2018 che alla terza corsa “Premio Mister Jp”, ha visto emergere uno dei cadetti più attivi in questa estate romagnola, quel Codygal portato al successo in 1.14.9 dal fresco vincitore del Tomaso Grassi Award 2022, Tommaso Gambino davanti al movimentatore Cesare Dei Veltri e all’ospite patavina Carlina de Gleris, ed alla quarta “Premio The Bank”, tre anni al femminile con Diletta D’Arc tra le poche esenti dalla rottura e preminente dopo percorso di testa ben orchestrato da Edoardo Loccisano in 1.15.2 su Delicious Trio e Diamante Dorial, con Diwy Jo squalificata dopo aver varcato il palo al secondo posto. Anziani di 5 e 6 anni alla quinta “Premio Ginger Up”, arrivo al cardiopalma che Baika dei Ronchi e Marco Stefani hanno risolto a proprio favore e media di 1.14.9 battendo di misura il finisseur Bianco Cipriani e la stanca leader Banpit Of West, mentre alla sesta, “Premio Allevamento Folli”, handicap sul doppio chilometro riservato ai cadetti ed ancora Tommaso Gambino in vetrina grazie al fuggitivo Canaletto Rl, che in 1.16.9 ha tenuto a rispetto i coetanei Coktail Font e Ciliberti, quest’ultimo al via dal secondo schieramento.

In chiusura, anziani sul miglio con un paio di ritiri e la vittoria, seconda in serata, per Edoardo Loccisano che ha interpretato per conto della famiglia Demuru il transalpino Demon Bar prevalente in 1.14.9 e approfittando della rottura di Zea davanti ad Arrow Wf e Art Mail.

Nel corso della serata, si è svolta per il pubblico dell’ippodromo del Savio, una dimostrazione di alcuni elementi tradizionali delle cultura contadina romagnola. Un gruppo di asinelli di razza romagnola, hanno sfilato in pista condotti dai loro proprietari vestiti in abiti tradizionali; gli attacchi, tutti d’epoca, sono poi stati esposti nel parterre dell’ippodromo.

Articolo precedenteADM presenta il documentario “Metamorfosi: un canto del mare” alla 79a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia
Articolo successivoIppodromo Cesena Trotto, resoconto del Premio Carlo Mantellini