Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Le entrate dei giochi, nei primi tre mesi del 2018, ammontano a 3.719 milioni di euro con una variazione positiva di 267 milioni di euro ( +7,7%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.E’ quanto fa sapere il Mef in una nota. Nel periodo gennaio-marzo 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 97.058 milioni di euro, segnando un incremento di 2.623 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+2,8%). Al risultato contribuiscono sia le imposte dirette (+ 2,9 %) sia quelle indirette (+2,6%).

Nello specifico il Lotto ha garantito entrate per un totale di 314.558.315,38 euro.

Il Prelievo erariale dovuto ai sensi del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, sugli apparecchi e congegni di gioco, di cui all’art. 110, comma 6, del regio decreto n. 773 del 1931, ammonta a 1.356.512.767,11 euro.
Versamento di somme da parte dei concessionari di gioco praticato mediante apparecchi di cui all’articolo 110, c. 6, t.u. di cui al r. d. 18 giugno 1931, n. 773, per complessivi 53.173,52 euro.
329.360.107,34 euro dal GrattaeVinci. Il Bingo ha versato tributi per 44.817.149,44 euro.
106.525.183,88 euro sono stati incassati dall’Erariocome Proventi relativi ai canoni di concessione per lagestione della rete telematica relativa agli apparecchi da divertimento ed intrattenimento ed aigiochi numerici a totalizzatore nazionale.
Dalla ritenuta del 6 per cento sulle vincite del gioco del lotto sono stati garantiti 110.836.459,29 euro.
Commenta su Facebook