Nella tarda mattinata di ieri, domenica, in una Pescara in piena “zona rossa” due pattuglie di baschi verdi hanno notato che la saracinesca di una nota sala giochi non era chiusa in barba ai divieti.

Una volta all’interno del locale i militari hanno riscontrato la presenza di un avventore che stava effettuando delle giocate. Immediatamente la verbalizzazione per l’uomo, un trentenne, trovato all’interno dell’esercizio commerciale, ma anche per l’esercente in quanto titolare di un’attività per la quale il D.P.C.M. ha disposto la chiusura per scongiurare il rischio di assembramenti.

Non si tratta tuttavia dell’unico risultato del Gruppo Guardia di Finanza di Pescara: solo nell’ultima settimana sono state controllate 213 persone e 161 veicoli, procedendo alla verbalizzazione nei confronti di sette soggetti.

La Polizia Amministrativa ha invece proceduto a verbalizzare e chiudere provvisoriamente (per 5 giorni) un circolo privato di Montesilvano (PE) per inottemperanza alla chiusura imposta dalle disposizioni nazionali. Sono state inoltre sanzionate, con dieci verbali, altrettante persone intente tranquillamente a giocare a carte. All’interno del circolo veniva rintracciato, infine, un cittadino albanese, senza tessera associativa e con un provvedimento di rintraccio dell’Autorità Giudiziaria a carico.