liguria
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) “No alla moratoria alla legge sul gioco d’azzardo e subito incentivi e misure di sostegno agli esercenti che rinunciano alle slot”. Lo afferma il consigliere regionale M5S, Andrea Melis, presentando un’interrogazione sul tema, che sarà discussa domani in Consiglio regionale.
“Come tutte le leggi, anche quella sull’azzardo è perfettibile – spiega Melis – Ma bisogna agire a tutti i livelli istituzionali per contenere il diffondersi della ludopatia e scongiurare i danni incalcolabili che procura sotto il profilo socio-sanitario. Ciò può avvenire solo con una serie di misure che tengano insieme l’esigenze degli esercenti e il diritto alla salute.” “È fondamentale avere dati chiari per poter inquadrare il fenomeno e trovare le giuste contromisure – prosegue il consigliere M5S – Quel che oggi emerge chiaro è che nessuno sin qui ha messo sul piatto una contropartita economica per i commercianti che scelgono di rinunciare alle macchinette: la Regione potrebbe, ad esempio, intervenire sull’Irap con sgravi fiscali e incentivi, e lo stesso dovrebbero fare i comuni sulle imposte di propria competenza. Solo così si riuscirà davvero ad aggredire la diffusione selvaggia dell’azzardo e gli enormi costi sociali e sanitari con cui la Liguria si trova a fare i conti. Non abbiamo bisogno di slogan o propaganda ma di misure pragmatiche che contrastino la ludopatia senza penalizzare in maniera indiscriminata esercenti e commercianti.”

Commenta su Facebook