Una sala scommesse abusiva è stata sequestrata preventivamente dai poliziotti della Divisione PASI della Questura di Brescia. Il sequestro è stato disposto dal Gip del Tribunale di Brescia a conclusione di un’attività d’indagine nell’ambito di un piano coordinato di contrasto del gioco illegale, disposto dal Questore della Provincia di Brescia, per verificare il possesso delle autorizzazioni amministrative, l’integrità degli apparecchi da gioco, il collegamento alla rete dei Monopoli e l’identità dei giocatori, allo scopo di contrastare il fenomeno del “gioco illegale”.

L’agenzia, priva dell’ autorizzazione amministrativa dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli e della licenza di Pubblica Sicurezza, era attiva con computer utilizzati per l’accettazione di scommesse e denaro nonché il rilascio di tagliandi di gioco.

Non solo durante precedenti controlli era già stata notificata al proprietario l’ordine di immediata cessazione dell’attività. Il titolare è stato denunciato per esercizio abusivo di attività di gioco o scommessa, che prevede la reclusione fino a tre anni. Oltre al sequestro preventivo dell’immobile, sono stati sequestrati 27 pc completi di monitor, tastiere e stampanti.