Antonio Arrotino, Head of Compliance – MLRO di SKS365, ha avuto l’onore di partecipare per conto del Gruppo alla presentazione del rapporto annuale 2021 realizzato dalla UIF, l’autorità nazionale contro il riciclaggio di denaro. Il dott. Arrotino, nel corso del suo intervento, si è concentrato sul ruolo e la responsabilità rilevanti dei concessionari di gioco pubblico nel monitoraggio e nella protezione dell’ambiente di gioco legale, per assicurare ai clienti un’esperienza di gioco trasparente e sicura

Nel corso del 2021 l’Unità di Informazione Finanziaria della Banca d’Italia ha registrato 7.659 segnalazioni provenienti dagli operatori di gioco legale, ovvero il 5,5% del totale. Con riferimento ai prestatori di servizi di gioco, dopo il calo del 2020 (-10,8%), il flusso segnaletico ha registrato un aumento del 32,7% (da 5.772 a 7.659 SOS), riconducibile alle segnalazioni provenienti dagli operatori di gioco online (+66,7%, da 3.466 a 5.778), mentre è proseguita, seppur in misura più moderata, la riduzione delle segnalazioni trasmesse dagli operatori su rete fisica (-18,1%, da 2.278 a 1.865) e delle case da gioco (-42,9%, da 28 a 16). Per queste ultime categorie di soggetti obbligati, la diminuzione è imputabile verosimilmente all’applicazione delle misure restrittive adottate nel contesto pandemico.

Articolo precedenteFrecciarossa Milano Jumping Cup all’Ippodromo Snai San Siro, Riva (assessora Sport): “Orgogliosi di ospitare questo evento gratuito e di qualità, sicura che diventerà sempre più centrale”
Articolo successivoScommesse ippica: Callmethebreeze senza rivali nel Triossi. Turilli: testa a testa tra Dumbo e Bleff Dipa, entrambi a 3,50 su Sisal