Print Friendly, PDF & Email

Termina con una sconfitta la battaglia di un ristoratore di Mestre contro le multe per aver messo nel proprio locale un ‘calciobalilla’ gratuito, ritenuto illegale per i regolamenti amministrativi. Stefano Ceolin, gestore, de “Il Palco” nel centro di Mestre, ha deciso di regalare a un amico il gioco, dopo essersi visto rigettare dal Giudice di Pace l’ultimo ricorso, dopo quello già bocciato quattro anni fa dalla Prefettura contro la contravvenzione, inflittagli dalla Polizia locale per la mancanza della “dichiarazione di inizio attività”.
“Nella modulistica del Comune – ha detto Ceolin all’ANSA – l’autorizzazione era prevista per ‘giochi con gettoniera’. Il sindaco Orsoni si scusò per la multa, feci ricorso in Prefettura che me la rigettò, e il Prefetto mi chiese scusa. Mi consigliarono di ricorrere al Giudice di Pace, che nella sentenza scrive adesso che non avrei saputo dimostrare le mie ragioni. Pagherò la multa, che intanto è aumentata (era di 1.400 euro, ndr) e basta calcetto”.

Commenta su Facebook