I funzionari ADM, nell’ambito delle attività di prevenzione e repressione delle violazioni in materia di giochi illegali, hanno effettuato un controllo in un centro di raccolta scommesse dove, tra gli avventori che effettuavano giocate anche su eventi sportivi diversi da quelli previsti nel palinsesto regolamentato da ADM, è stato trovato perfino un minore.

Il gestore del locale, privo della licenza per l’esercizio delle scommesse rilasciata dalla Questura, operava attraverso il sito internet di un allibratore estero non autorizzato da ADM, consentendo agli scommettitori di effettuare illegalmente le puntate sportive. Al titolare dell’attività, denunciato all’Autorità Giudiziaria, è stata comminata una sanzione amministrativa di 70.000 euro.

foto ADM