“L’anno 2020 è stato un anno impegnativo per le lotterie e per il team GLMS. Le competizioni sono state interrotte e le competizioni di livello inferiore sono venute in primo piano quando i nostri membri hanno cercato di creare un equilibrio tra le offerte per i propri consumatori e la garanzia dell’integrità delle competizioni che stavano offrendo. Con il nostro lavoro di integrità e insieme ai nostri partner, abbiamo osservato l’ascesa di nuove tendenze”. E’ quanto si legge nel report annuale Glms.

“Le molteplici ondate di COVID-19 hanno influenzato lo svolgimento di vari concorsi. Negli sport di squadra, le squadre dovevano rivisitare continuamente le loro strategie e le formazioni, contando sulla loro riserva o sui giovani giocatori per colmare le lacune per i giocatori senior risultati positivi o messi in quarantena. Il team GLMS ha prodotto una serie di rapporti di analisi dettagliati per i propri membri e partner su loro richiesta, poiché hanno lavorato duramente per garantire l’integrità delle competizioni che hanno scelto di offrire. Al GLMS, i tre hub operativi in ​​Danimarca, Hong Kong e Canada hanno lavorato insieme per la prima volta nel 2020 e abbiamo iniziato a vedere l’effetto della nostra capacità rafforzata, lavorando attraverso i continenti e con il Segretariato generale a Losanna e insieme ai nostri membri e partner. La maggiore capacità negli hub di monitoraggio ci ha permesso di completare diverse analisi di integrità dei tornei, che ci hanno ulteriormente aiutato a visualizzare in anteprima gli abbinamenti sospetti prima dell’inizio delle competizioni. Pertanto, siamo stati più efficienti nell’avvisare i nostri membri e partner sulle loro competizioni offerte.
Non vediamo l’ora di migliorare ulteriormente la nostra qualità di monitoraggio e analisi nel 2021 con e per i nostri membri e stakeholder”.

Durante l’anno solare 2020, GLMS ha avvisato o segnalato 126 partite ai suoi partner, inviando un totale di 162 avvisi su queste partite. Le segnalazioni riguardavano principalmente il calcio (110 segnalazioni). Alcuni degli avvisi sono stati inviati anche alla FIFA, alla UEFA, alle autorità locali di gioco e ad altre autorità di contrasto locali e internazionali. Il resto degli avvisi è stato inviato al Comitato Olimpico Internazionale (CIO), alla ESports Integrity Coalition (ESIC), alla Swiss Lottery and Betting Board (COMLOT) e alla Tennis Integrity Unit (TIU). Su richiesta, sono stati preparati 58 rapporti dettagliati sull’integrità per membri o partner.

Nel 2020 sono stati generati in generale 1113 avvisi. 936 di questi sono stati creati prima dell’inizio della partita. Sono stati generati 27 avvisi in base alle modifiche delle quote in gioco. 150 allarmi sono stati attivati ​​dopo la fine delle partite.

Il presidente Ludovico Calvi (nella foto) ha dichiarato: “Abbiamo affrontato un anno senza precedenti e alquanto tragico; la nostra salute e sicurezza sono diventate la nostra più grande preoccupazione e queste circostanze uniche hanno avuto un impatto drammatico sulla nostra vita quotidiana. Lo scoppio del coronavirus ci ha costretti ad autoisolarci e prendere le distanze gli uni dagli altri, che è l’esatto opposto di ciò che noi, come esseri umani, siamo naturalmente inclini a fare. La comunità della lotteria e del gioco non è stata esente da ciò che sta accadendo in tutto il mondo e non ci sono risposte facili, a causa dell’imprevedibilità delle dinamiche pandemiche, della mancanza di esperienza precedente pertinente e dell’assenza di istruzioni plug-and-play da parte dei governi o autorità sanitarie internazionali. La realtà è che c’è ben poco che avrebbe potuto prepararci ad affrontare una situazione come quella che stiamo vivendo attualmente. Tuttavia, tra le molte cose che il Covid-19 ha rivelato c’è un ritrovato senso di unità che attraversa i confini giurisdizionali, i paesi e le comunità. I quartieri di tutto il mondo si sono rivolti verso l’interno nel tentativo di salvaguardare la salute pubblica, evidenziando l’interdipendenza collettiva di ogni individuo l’uno dall’altro. Abbiamo anche visto come in momenti di crisi senza precedenti, un senso di profonda responsabilità e solidarietà nei confronti del prossimo in una società condivisa ha favorito l’emergere di alcune delle nostre migliori qualità. Certamente, il virus ha avuto un impatto più dannoso sugli individui con difficoltà socio-economiche e vulnerabili. Tuttavia, il virus rimane altamente contagioso indipendentemente dalla classe sociale, dal credo religioso o dalla nazionalità/cultura. Gli operatori sanitari, in particolare, sono emersi eroici e magnifici nel loro senso di responsabilità e dedizione nei confronti di coloro che sono stati più duramente colpiti dal Covid-19. In mezzo alle tragiche circostanze generate da COVID-19, abbiamo anche trovato possibile reimmaginare i valori di ampia amicizia, solidarietà, coraggio e senso di comunità a beneficio di tutti nel mondo. Ciò ha rafforzato in tutti noi una maggiore consapevolezza e connessione con la coscienza sociale, la giustizia e le equità condivise che uniscono, anziché dividere, i concittadini. Questi valori erano diventati sempre più sfuggenti negli anni precedenti la pandemia del secolo che viviamo ancora oggi. In GLMS siamo stati molto attivi e il 2020 è stato un anno impegnativo ma anche di transizione, gettando le basi per un futuro nuovo e più impegnato della nostra associazione negli anni a venire. Nel 2020 e nel mezzo di una pandemia, tra le altre cose, abbiamo perseguito efficacemente i cattivi attori che commettono frodi, che sono stati estremamente attivi, cogliendo ogni opportunità per promuovere le loro attività illecite. Abbiamo lanciato un terzo Integrity Hub in Canada, abbiamo investito in nuove risorse con esperienza, abbiamo pubblicato il nostro primo studio di ricerca. Abbiamo anche cambiato il nostro statuto per soddisfare le esigenze in continua evoluzione della nostra Global Integrity Community, abbiamo accolto favorevolmente quattro nuovi membri a bordo e, infine, ci è stato concesso, come prima e unica associazione per l’integrità sportiva che rappresenta le organizzazioni di gioco, lo status di Osservatore ufficiale dal Comitato statutario della Convenzione internazionale del Consiglio d’Europa. Questo è un importante riconoscimento della nostra credibilità istituzionale, ma anche un riconoscimento della qualità dei contributi tecnici e strategici di GLMS e dei suoi membri negli ultimi anni al Consiglio d’Europa. Non vedo l’ora che arrivi un 2021 pieno di speranza e pace e auguro a te e ai tuoi cari buona salute e sicurezza continua durante questi tempi, ancora impegnativi. Sebbene lo scorso anno sia stato pieno di sfide, c’è speranza per tempi migliori nel 2021″.