Sulla carta si presentava come un’associazione di cittadini cinesi, ma in realtà era una bisca clandestina. Diciotto persone – 17 cinesi tra i 24 e i 42 anni e un’italiana 30enne – sono state denunciate dalla polizia a Milano con l’accusa di “esercizio di giochi d’azzardo” dopo essere stato sorpresi, nel cuore della notte, a giocare in una sorta di garage.

I controlli delle volanti sono scattati verso le 2.30, quando gli agenti passando in via Arnolfo di Cambio – in piena zona Chinatown – hanno notato le luci accese nel locale. Incuriositi, i poliziotti hanno quindi fatto accesso nella sede dell’associazione e all’interno hanno trovato i 18 scommettitori “al lavoro”.

Nella struttura sono stati sequestrati tavoli da gioco, carte, fiches e oltre 25mila euro in contanti. I 17 uomini e la donna sono tutti stati identificati e denunciati. Rischiano una pena da tre mesi a un anno e una multa. Lo riporta milanotoday.it.