Riaprono i corner di scommesse. In Belgio le autorità consentono di riattivare i punti scommesse, con le dovute precauzioni.
Il mercato del gioco d’azzardo sta attraversando una crisi senza precedenti in Belgio. L’industria ‘terrestre’ è ferma da diverse settimane e anche la raccolta online è diminuita del 40%.
Gli operatori speravano di riuscire a salvare i loro bilanci con la possibilità di riaprire l’11 maggio scorso. Sfortunatamente, il Consiglio di sicurezza ha preferito tenere chiuse le sale giochi. Tuttavia sembra esserci un barlume di speranza. Il decreto ministeriale dell’8 maggio 2020 esclude la possibilità di riattivare i terminali di scommesse nei negozi generalisti, tipo le rivendite di giornali. Tecnicamente, possono quindi essere messi in servizio. Tuttavia, gli operatori dovranno seguire regole rigorose per limitare il rischio di diffusione del virus. Questo include l’allontanamento sociale, un massimo di 30 minuti per cliente e l’igienizzazione delle mani. Gli esercenti dovranno inoltre assicurarsi di ricevere un solo cliente per 10 m².