Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia Romagna, con decreto, sul ricorso di un concessionario, rappresentato e difeso dagli avvocati Matilde Tariciotti, Luca Giacobbe, Claudia Menichini, contro Unione Comuni del Sorbara, Comune di Castelfranco Emilia (MO) e Regione Emilia Romagna ha accolto l’istanza di misure cautelari per il provvedimento di chiusura di una sala scommesse. Si legge: “È ravvisabile in capo alla parte ricorrente una situazione di danno connotata da estrema gravità ed urgenza”.

Il punto di raccolta del gioco era in esercizio in uno stabile distante meno di 500 metri da un luogo sensibile, il Tribunale ha sospeso “… nelle more della trattazione collegiale dell’incidente cautelare, il provvedimento … di chiusura della sala scommesse” e fissato “per la trattazione collegiale la camera di consiglio del 28 settembre 2021”.