Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato ordinanze sul ricorso di operatori titolari di sale giochi nei comuni di Bolzano, Brunico, Salorno, Prato allo Stelvio e Ortisei rappresentati e difesi dagli avvocati Andrea Meneghello, Filippo Lattanzi e Francesco Cardarelli contro la Provincia Autonoma di Bolzano ed altri.

Gli operatori chiedevano la riforma delle sentenze del T.A.R. Bolzano in materia di distanziometro e la concessione delle misure cautelari. Il Consiglio di Stato ha accolto i ricorsi in appello concedendo le istanze cautelari e fissando il merito.

Commenta su Facebook