Il Consiglio di Amministrazione di Gamenet Group S.p.A.,società quotata sul segmento STAR del Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., riunitosi oggi,ha approvato la Relazione Finanziaria Consolidata al 30 giugno 2019.

“Il Gruppo Gamenet si conferma nuovamente in crescita nel primo semestre. Entrambi i business delle scommesse sportive su rete fisica e online hanno registrato unfortissimoincremento. In particolare, l’online ha beneficiato della continua innovazione di prodotto e questo ha permesso al Gruppo di performarein maniera sostanzialmente superiore al mercato. Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti e dell’EBITDA che continua a crescere a doppia cifra” ha commentato Guglielmo Angelozzi, Amministratore Delegato di Gamenet Group.“Il trend positivo del nostro business, la forte generazione di cassaela riduzione dell’indebitamento di Gruppo ci consentono di guardare con fiducia alla seconda parte dell’anno e di migliorare la guidance ad euro 155-165milioni per l’EBITDA e a circa euro 400 milioni per la PFN”.

L’EBITDA di Gruppo al 30 giugno 2019 è pari a euro 78,7 milioni rispetto a euro 43,6 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente, con una crescita dell’80,5% (+12,7% su base pro forma,da euro 69,8milioni). L’incremento dell’EBITDA è riconducibile principalmente al contributo del consolidamento di GoldBet da ottobre 2018, oltre che all’eccellente performance dei segmenti Betting Retail e Online.

L’EBIT del Gruppo al 30 giugno2019 è pari aeuro32,8 milioni rispetto a euro14,7 milioni del precedente esercizio.

Segmento AWP e VLT

Nei primi sei mesi del 2019, il numero medio di macchine operative era pari a 28.066, in riduzione del 21,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tale riduzione è dovuta principalmente alla riduzione nel numero dei NOE, completata nel corso della prima metà del 2018, come previsto dalla Legge di Stabilità 2016, oltre che (in via temporanea) al processo di sostituzione delle schede di gioco (necessario per effettuare la riduzione di payout consentita dalla Legge di Bilancio 2018). La sostituzione delle schede di gioco richiede infatti degli interventi tecnici sulle macchine (e quindi il temporaneo blocco delle stesse). La raccolta passa da euro 1.332,2 milioni al 30 giugno 2018 ad euro 1.302,8milioni al 30 giugno 2019, riduzione legata in parte anche al processo di sostituzione delle schede accennato in precedenza. In parallelo, si segnala un aumento della produttività media per macchina del 24,6%.

Al 30 giugno 2019 il Gruppo Gamenet è titolare di 8.570 licenze VLT. Il numero medio di macchine operative è pari a 8.331 per i primi sei mesi del 2019, rispetto a 8.337 dello stesso periodo dell’anno precedente. La raccolta VLT è aumentata dello 0,9% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente da euro 1.620,0 milioni a euro 1.635,1 milioni.

Segmanto Betting Retail

Il settore operativo Betting Retail beneficia principalmente dell’acquisizione di GoldBet. La raccolta al 30 giugno 2019 è cresciuta più del 100%rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (passando da euro 252,2 milioni del 30 giugno 2018 ad euro 877,7 milioni al 30 giugno 2019), grazie ad una rete di punti vendita operativi composta da 1.374 agenzie scommesse e 239 corner. I ricavi del segmento Betting Retail ammontano ad euro 109,1milioni per il periodo chiuso al 30 giugno 2019, consuntivando un incremento di euro 68,4milioni (>100%) rispetto al valore di euro 40,8 milioni consuntivato al 30 giugno 2018. Il segmento ha beneficiato dell’acquisizione di GoldBet avvenuta nel mese di ottobre 2018, che ha contribuito alla crescita sostanziale dei ricavi in ogni componente, in particolare le scommesse sportive ed i giochi virtuali oltre che delle iniziative di ulteriore efficientamento della rete fisica di provenienza Intralot Italia.

Segmento Online

Il settore operativo Online beneficia principalmente dell’acquisizione di GoldBet ed è ulteriormente amplificato dal passaggio dei conti gioco dalla piattaforma Intralot.it a Goldbet.it (caratterizzata  da un portafoglio di giochi più ampio).La raccolta al 30 giugno 2019 è cresciuta più del 100% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (passando da euro 133,9 milioni del 30 giugno 2018 ad euro 743,9 milioni al 30 giugno 2019). In particolare la raccolta relativa alle scommesse sportive è passata da euro 35,9 milioni al 30 giugno 2018 ad euro 229,4 milioni al 30 giugno 2019, mentre la raccolta relativa ai cosiddetti “Casino games” è passata da euro 94,2milioni al 30 giugno 2018 ad euro 448,9 milioni al 30 giugno 2019. Inoltre, i giochi virtuali, non presenti nel 2018, hanno raccolto euro 43,1 milioni al 30 giugno 2019.

Per l’esercizio in corso il management di Gamenet prevedono un EBITDA compreso tra i 155 e i 165 milioni di euro, mentre l’indebitamento netto dovrebbe attestarsi a fine anno a 400 milioni di euro. Inoltre, il CdA ha approvato una modifica alla politica di distribuzione dei dividendi, incrementandola cedola da proporre all’assemblea per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019 da 0,7 euro per azione a 0,85 euro per azione, e dunque fino a un massimo di complessivi 25,5 milioni di euro.