Un nuova legge in Francia sostituisce la procedura legale per il blocco dei siti di gioco illegali con una procedura di blocco amministrativo. Il presidente della National Gaming Authority può ora, sotto il controllo del giudice amministrativo, ordinare ai fornitori di servizi Internet di bloccare l’accesso ai siti che offrono un’offerta illegale di gioco. Tale procedura, già esistente in molti paesi dell’Unione Europea, consentirà all’ANJ di impedire, in modo più rapido ed efficace, l’accesso a siti che presentano rischi molto elevati in termini di dipendenza, affidabilità del gioco e operazioni di riciclaggio di denaro.

Questo sviluppo legislativo è un importante passo avanti nella lotta contro l’offerta illegale di gioco d’azzardo in Francia, che l’ANJ ne ha fatto un progetto prioritario per il 2022. Supporta la nuova strategia di cooperazione che sta sviluppando da diversi mesi con tutti  gli operatori digitali (motori di ricerca, social network, piattaforme di scambio di contenuti, fornitori di soluzioni di pagamento) al fine di ritenerli responsabili e arginare il proliferare di offerte illegali.

Il ruolo dell’ANJ consacrato all’interno della piattaforma per la lotta alla manipolazione delle competizioni sportive

Inoltre, in linea con la missione di monitoraggio delle operazioni di gioco attribuitagli dalla legge 2010-476 del 12 maggio 2010 relativa all’apertura alla concorrenza e al settore del gioco online, i parlamentari hanno voluto stabilire il ruolo essenziale svolto da l’Autorità all’interno della piattaforma contro la manipolazione delle competizioni sportive. Questo, operativo dal 2016, è ora sancito dalla legge.

All’interno di tale piattaforma spetta ora all’Autorità accentrare e analizzare le segnalazioni relative a scommesse atipiche o sospette effettuate su competizioni sportive organizzate o aperte alle scommesse sul territorio francese al fine, se necessario, di procedere alla loro trasmissione all’autorità giudiziaria. A tal fine, la legge stabilisce un quadro sicuro per promuovere lo scambio di informazioni all’interno della piattaforma francese, ma anche con le altre piattaforme nazionali del Consiglio d’Europa, le organizzazioni sportive internazionali e le agenzie di polizia transnazionali.

La composizione e il funzionamento della piattaforma saranno presto definiti con decreto del Conseil d’Etat. Le condizioni per lo scambio di informazioni saranno specificate anche nel presente decreto, sentita la CNIL.

Decisioni di divieto di scommesse in vigore al momento della pubblicazione

Infine, la legge prevede che ora le decisioni di vietare le scommesse adottate dal Presidente dell’ANJ entrino in vigore immediatamente dopo la loro pubblicazione. Tali decisioni erano precedentemente soggette alla common law delle decisioni amministrative, che prevede l’entrata in vigore della decisione il giorno successivo alla sua pubblicazione. In caso di gravi e concordanti indicazioni di manipolazione che gravano su un evento sportivo, questo nuovo articolo fornisce all’ANJ la reattività necessaria per neutralizzare le scommesse sospette prima dell’inizio della partita.

Articolo precedenteEmilia Romagna: ristori emergenza COVID anche per sale bingo e scommesse, ultimi giorni per presentare le domande
Articolo successivoIl Casinò di Campione riapre con la nuovissima offerta NOVOMATIC