Da sinistra: Alessandro Fiumara e Giulio Coraggio

Alessandro Fiumara, Managing Director Digital & Betting Italy di Lottomatica, è stato recentemente ospite di Giulio Coraggio (DLA Piper) nel podcast “Diritto al Digitale”. Fiumara si è soffermato sul passaggio da Gamenet alla nuova Lottomatica, ripercorrendo l’evoluzione del gruppo negli ultimi anni. Si è poi concentrato sulle sfide principali per il settore del gambling dei prossimi anni e su come vede l’innovazione nel gaming, che ha avuto un’enorme accelerata negli ultimi tempi.

“Sicuramente oggi siamo leader per quanto riguarda scommesse a quota fissa e virtual betting, così come nel canale retail. Lo eravamo anche nell’online prima dell’acquisizione di Sisal da parte di Flutter, restiamo comunque il secondo player più rilevante sia nel mondo del casinò che dell’online. In questo anno e mezzo – ha spiegato Fiumara – abbiamo lavorato in maniera sostenuta per integrare le due realtà di Goldbet e Better, due reti di vendita molto capillari ma molto diverse, anche dal punto di vista geografico. Oggi abbiamo un’azienda con 3.100 punti vendita dotati di tecnologie all’avanguardia e oltre un milione di giocatori attivi online all’anno che godono di un’offerta completa di prodotto. Ovviamente siamo pronti a sfruttare il posizionamento unico che abbiamo raggiunto su questo mercato per realizzare il nostro obiettivo di continuare a crescere”, ha spiegato Fiumara.

“Il Covid è stata una sciagura di dimensioni enormi, il settore è stato messo alla prova in un momento di estrema difficoltà. Per due anni il retail è stato chiuso, questo ci ha costretto a dover cambiare paradigma. La nota positiva è che il comparto era partito con un processo di digitalizzazione già prima del Covid, quindi era pronto a reagire alla chiusura dei punti vendita e ai problemi che la pandemia ha arrecato al Paese e agli operatori. Il settore ha dimostrato una grandissima resilienza, nonostante sia stato messo a dura prova. Ovviamente – ha aggiunto il Managing Director Digital & Betting Italy di Lottomatica – in questa situazione il gioco illegale e quello borderline hanno avuto un’esplosione, ma per fortuna una volta finita l’emergenza la grande maggioranza dei giocatori è tornata nei punti regolari, sapeva infatti che qui la sicurezza era molto superiore e non paragonabile a quella offerta dal mondo illegale. Oggi è vero che continua ad esserci un clima politico non di favore verso il settore, però credo che nei due anni di pandemia sia stato dimostrato come questo comparto rappresenti il primo argine all’illegalità. In questo momento, quindi, il settore gode di un minimo di favore in più rispetto al passato. Io vedo un comparto che ha saputo innovare il modo di attrarre i giocatori, quindi per me il settore continuerà a fare bene. Più che altro bisognerebbe trattare il comparto con meno superficialità, ricordo infatti che rappresentiamo un presidio di legalità e siamo tra quelli che fanno maggiori segnalazioni alla UIF di Bankitalia”.

“Il giocatore oggi gioca sia nel fisico che nell’online. In questo settore, con diversi gradi di successo, quasi tutti i concessionari hanno digitalizzato le esperienze di gioco. Ricordo che il settore ha sempre cavalcato la digitalizzazione. NFT e Metaverso? Ne parlano tutti, ma in questo momento in Italia non ci sono ancora applicazioni. Nel mondo qualcosa si inizia a vedere, con esempi di casinò virtuali nel metaverso e applicazioni basate su NFT e blockchain nel mondo delle scommesse, ma non vedo NFT e Metaverso essere rilevanti per questo comparto nel medio termine, mentre potrebbero esserlo nel lungo periodo. Noi come altri concessionari stiamo studiando la materia, stiamo provando a capire quali applicazioni possono avere queste tecnologie, valutando i vantaggi e le minacce che possono portare al settore. Di sicuro è qualcosa che stiamo studiando tutti per capire se si possa offrire qualche tipo di servizio aggiuntivo ai nostri giocatori”, ha concluso Fiumara.

Articolo precedenteGiochidislots anticipa le indiscrezioni sul futuro dei casinò online tra Metaverso, NFT e Loot Box
Articolo successivoGioco a distanza e scommesse, AsTro: fissata per il 3 ottobre la prossima riunione della Sezione Gads