“La pandemia e il devastante effetto dei lunghi e diversi lockdown rischiano di essere solo l’amaro antipasto delle conseguenze che gli esplosivi costi energetici stanno avendo sulla sostenibilità economica di un diffuso modello di offerta su cui si è sviluppato e consolidato il settore dei pubblici esercizi nel quale convivono bar, ristoranti, locali serali, discoteche, aziende di catering e banqueting, stabilimenti balneari, sale giochi e diverse altre tipologie di attività sia nella piccola che nella media e grande dimensione”. E’ quanto scrive FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi).

“La pandemia ha creato un corto circuito nella domanda, mentre la crisi energetica ne sta creando uno altrettanto grave nell’offerta. C’è bisogno di un cambio di prospettiva che punti a cercare un equilibrio nuovo tra struttura dei costi e livelli di servizio. Si tratta di un equilibrio che ha motivazioni economiche ma anche implicazioni sociali di grande rilievo, sia per quanto riguarda l’impiego di risorse umane che la qualità della vita delle persone e l’attrattività delle città.

Tenere aperto un piccolo esercizio ogni 200 residenti per oltre 14 ore al giorno – prosegue FIPE – è l’emblema di ciò che intendiamo per rapporto tra costi, livelli di servizio e valore sociale, dove i pubblici esercizi, e più in generale tutte le attività commerciali, esprimono valori che superano la dimensione aziendalistico-economica per abbracciarne una più ampia che riguarda proprio il senso delle città che vogliamo. 

In questo quadro l’assemblea 2022 vuole contribuire a sviluppare una riflessione sulla nuova dimensione della sostenibilità per il Pubblico Esercizio, con l’obiettivo di mantenere la sua funzione economico-sociale e rigenerare sviluppo e benessere”, conclude l’associazione.

L’appuntamento, dal titolo “Oltre la crisi, i pubblici esercizi alla ricerca di modelli sostenibili”, è fissato per il 10 novembre, alle ore 10,30, presso la Sala del Tempio di Vibia Sabina e Adriano della Camera di Commercio di Roma, in piazza di Pietra.

È obbligatoria la registrazione al form – posti limitati.

Iscriviti qui: https://bit.ly/3FiN3N3

Saluti

Carlo Sangalli, Presidente Confcommercio-Imprese per l’Italia

Massimiliano Fedriga, Presidente Friuli Venezia Giulia e Conferenza delle Regioni

Interviene

Lino Enrico Stoppani (nella foto), Presidente Fipe-Confcommercio

Ne discutono

Enrico Bartolini, Mudec – Milano

Valentina Pellegrini, Gruppo Pellegrini

Marco Valenza, Gilli – Firenze

Sergio Castelli, Areas – MyChef

Daniela Gazzini, Vivi Bistrot – Roma

Gianluigi Ottomeni, Imprenditore e manager

Roberto Costa, The Butcher’s Theater – Londra

Conclude

Adolfo Urso, Ministro dello Sviluppo Economico

Modera

Sebastiano Barisoni, Vicedirettore Esecutivo Radio24 – Il Sole 24 0re

Cerimonia Fipe-Intrecci

Consegna Borse di Studio “Enzo Andreis”

Articolo precedenteScommesse ippica, a Montegiorgio il Gran Premio San Paolo: Colibrè Jet favorito a 3,25 su BetFlag
Articolo successivoSuperEnalotto, è record: nella prossima estrazione di sabato il “6” vale oltre 300 milioni di euro