“Ci ritroviamo di nuovo a manifestare perchè ancora una volta il comparto delle slot viene tassato in modo inverosimile. Con l’ultima legge di bilancio stanno inaspettatamente riducendo ancora il payout, il che vuol dire mettere sul mercato macchine più pericolose e noi questo non lo vogliamo”.

Così il presidente di Agcai, Benedetto Palese, in confernza stampa alla Camera prima della manifestazione che si terrà nel pomeriggio davanti a Montecitorio.

“Addirittura ci fanno di nuovo cambiare il parco macchine. Credo questo sia un progetto che viene da lontanto, con cui si vuole indebolire il gestore per farlo uscire dal mercato. Secondo me è un progetto studiato a tavolino dal 2014 in poi. Questo perchè ci sono multinazionali che vogliono prendersi il nostro mercato per immettere le loro macchine da casinò. Non si spiega come mai le slot da bar sono state ridotte del 35% e le vlt dei mini casinò che sono molto più pericolose non sono state ancora ridotte, ma addirittura vengono aumentate. C’è un discorso di salute importante, perchè non possiamo ogni anno mettere sul mercato macchine più pericolose, dobbiamo puntare su apparecchi più da intrattenimento con piccola vincita”.

E ancora: “Awp e vlt sono macchine molto diverse, le vlt dovrebbero stare da sole in sale dedicate e scrivere fuori ‘sala d’azzardo’, bisogna avvisare i giocatori che lì ci sono macchine più pericolose. Se continuiamo di questo passo, riducendo le percentuali di vincita, ogni anno immettiamo macchine più pericolose e questo non è il nostro obiettivo. Noi proponiamo di separare i due comparti, vlt nelle sale dedicate, awp meno pericolose altrove. Dobbiamo ritornare al sistema del contingentamento. Noi come associazioni dobbiamo puntare su questo aspetto. Vogliamo dimezzare le macchine nei locali pubblici, abbiamo le soluzioni perchè l’azzardo in Italia diminuisca e diventi un gioco sopportabile, ma se ci sono le multinazionai che remano contro e il governo è con loro noi non ce la faremo mai a mettere macchine meno pericolose sul mercato. Chiediamo che il governo si confronti anche con noi e non solo con loro. Oggi la raccolta delle vlt è superiore a quella delle awp e sono solo 50mila, basta fare due conti per capire. Come mai si diminuisce di un punto il payout alle vlt e si aumenta il Preu di 0,60? Questo vuol dire che si prendono 240 milioni in più dai giocatori e al governo ne vanno 135, mentre gli altri vanno alle multinazionali. Non mi spiego questa cosa. Chi fa più azzardo dovrebbe pagare più tasse, se una vlt guadagna sette volte più di una awp dovrebbe pagare sette volte più tasse”.