Il 24 Novembre si è tenuta o Roma un riunione aperta dal titolo “PROGETTO CONCESSIONI 2024 IL NUOVO GRANDE POLO DEGLI OPERATORI NAZIONALI DEL GAMING”,  organizzata dai consorzi Criga e Get Network, che rappresentano nel complesso oltre il 15 % del mercato nazionale della raccolta di gioco legale.

Alla riunione è stato presentato un articolato progetto di aggregazione fondato sui 4 temi: NORME MERCATO, TECNOLOGIA e FINANZA in vista degli importanti obiettivi del comparto: la norma di riordino e le regolamentazioni dei nuovi bandi di gara,

Nel corso della riunione il Dr Francesco Scardovi, già consulente della commissione gioco della 18^ legislatura, ha illustrato anche la proposta di riforma fiscale del settore, redatta in collaborazione con il centro Studi dell’associazione AS.TRO, e già condivisa anche da alcuni concessionari di rete.

Punti fondamentali della proposta riguardano:

  • la tassazione sul margine anche per il settore degli apparecchi con una aliquota equa ed in linea con quelle applicate dai paesi europei che hanno legalizzato il gioco;
  • l’innalzamento delle percentuali di vincita ai giocatori per rendere più competitiva la raccolta di gioco legale e contrastare quella illegale
  •  il ridimensionamento dei balzelli accessori come la tassa della fortuna, 
  •  il rilancio del settore attraverso il rispetto della sostenibilità economica degli operatori , in particolare per le proroghe onerose delle concessioni in scadenza e per i criteri di accessibilità dei nuovi bandi,
  •  la tutela dei giochi con maggior propensione all’intrattenimento al fine di sostenere le entrate erariali ed il contrasto al gioco d’azzardo patologico

Nel corso della riunione è intervenuto anche l’On  Andrea De Bertoldi, di F.lli D’Italia, da tempo impegnato sul fronte della difesa del gioco legale.

Articolo precedenteSocial betting, Taricone (Sisal): “Tipster piattaforma unica e innovativa”
Articolo successivoGioco online, Facebook consente la pubblicità solo previa autorizzazione scritta