Il presidente della European Casino Association (ECA), Per Jaldung (nella foto) ritiene che ICE London 2022 (1-3 febbraio, ExCeL Exhibition Centre, Londra) sarà un evento fondamentale per il settore dei casinò terrestri poiché affronta le sfide legate all’operare in un periodo post-pandemico.

Guardando avanti a febbraio, che segnerà il 15° anno di cooperazione tra ICE e l’ECA, Per Jaldung ha dichiarato: “Non c’è dubbio che il Covid-19 abbia avuto un effetto devastante sui membri della ECA. Gli operatori terrestri europei hanno registrato entrate diminuite di oltre il 50% negli ultimi 12 mesi e questo è il livello più profondo mai sperimentato dall’industria europea dei casinò terrestri. Questi sono i fatti, ma come settore siamo super resilienti e ci stiamo preparando per quando potremo ad accogliere gli ospiti e tornare al lavoro in sicurezza e con ottimismo. ICE London 2022 sarà la prima grande opportunità che i membri dell’ECA avranno di incontrarsi come gruppo, per condividere le loro esperienze ed esplorare e discutere i dettagli delle strategie di recupero. L’innovazione sia in termini di prodotti che di servizi sarà centrale per la ripresa e non c’è vetrina migliore per l’innovazione in qualsiasi parte del mondo dell’ICE”.

Ha aggiunto: “Il rapporto dell’ECA con l’ICE è stato formalizzato nel 2008, l’anno successivo alla registrazione dell’ECA a Bruxelles. Anche prima di allora i gestori dei casinò si riunivano all’ICE dal 1995 e mi piace pensare che l’ECA ei suoi membri, che impiegano un totale di 70.000 dipendenti stimati pre-pandemia, abbiano dato un contributo importante al successo di ICE. L’ECA sostiene pienamente la decisione di Clarion di tenere la prossima edizione di ICE a febbraio e siamo fiduciosi che l’industria e i nostri membri si riuniranno ancora una volta a Londra. Spero che ICE London 2022 sia una celebrazione del settore, della sua resilienza e della sua capacità di riprendersi più forte che mai. In collaborazione l’Amministratore delegato di Clarion Gaming, Stuart Hunter, non vedo l’ora di annunciare future iniziative di collaborazione in vista dell’ICE di Londra mentre il settore percorre la road map della ripresa”.