Nel corso della serata del 22 febbraio 2022, i militari della Stazione Carabinieri di Trissino (VI), nel corso di un servizio rivolto alla verifica del rispetto delle normative anti-covid-19, hanno proceduto a denunciare per sostituzione di persona e falsa attestazione di identità a un Pubblico Ufficiale un cittadino italiano residente a Castelgomberto.

I militari, all’interno di una nota sala da gioco sita a Trissino, hanno proceduto al controllo dell’uomo, richiedendo allo stesso di mostrare la prevista certificazione “green pass”. Lo stesso tuttavia mostrava una certificazione intestata ad altra persona, fornendo ai militari false attestazioni sulle proprie generalità. I militari insospettiti dal comportamento dell’uomo approfondivano ulteriormente le attività di verifica dell’identità dell’uomo appurando che lo stesso aveva falsamente attestato la propria identità.

I militari operanti oltre a provvedere alla comunicazione alla competente Autorità Giudiziaria per gli aspetti di natura penale, contestavano al soggetto la violazione amministrativa ex D.lvo 52/2021, art. 13 poichè trovato all’interno di esercizio pubblico sprovvisto di “green pass”.

Articolo precedenteCampodarsego (PD): clienti sorpresi a giocare oltre l’orario consentito, sanzionato titolare sala slot
Articolo successivoPistoia: clienti in sala scommesse con green pass scaduto, scattano le multe