Con provvedimento emesso in data odierna il Tribunale del Riesame di Perugia accoglie la richiesta di dissequestro formulata, per conto di un gestore, dagli avvocati Massimilano Ariano e Bernardo Procopio, nell’ambito dell’operazione Cristallo.

Entrambi i legali difendevano un gestore nei confronti del quale la GdF di Todi aveva disposto il sequestro di una scheda da gioco, unitamente ad altre 19 schede, eseguito presso i laboratori del produttore Cristaltec a cui spettava la manutenzione della stessa.

L’indagine avviata dalla Procura di Torino ed oggi di competenza della procura di Perugia ipotizza un sistema truffaldino che, stando all’ipotesi investigativa, consisterebbe nella sistematica manomissione dei contatori fiscali delle schede di gioco Cristaltec, riducendo
illecitamente le vincite erogate.

Da oggi il gestore torna in possesso della scheda a seguito del disposto annullamento del relativo sequestro in pieno accoglimento dei motivi di ricorso avanzato dagli avvocati Ariano e Procopio.