Funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) in servizio presso l’Ufficio dei Monopoli di Bari, hanno denunciato il titolare di un bar di Sannicandro di Bari e il suo collaboratore per la raccolta illecita di scommesse sportive attraverso l’utilizzo di un conto di gioco intestato a quest’ultimo.

L’accesso presso l’operatore è stato preceduto da un’attenta attività di intelligence, sviluppata mediante l’impiego delle banche dati a disposizione di ADM, e da un appostamento che ha consentito di documentare la presenza di clienti-giocatori, circostanza riscontrata dalla consultazione delle giocate effettuate on-line tramite il PC presente nel locale.

L’esercizio, che opera anche come Punto vendita ricariche (PVR), è risultato privo delle prescritte autorizzazioni di pubblica sicurezza e sarà segnalato alla Prefettura di Bari per il mancato rispetto delle prescrizioni in materia di gestione dell’emergenza epidemiologica COVID-19, che prevedono la chiusura di tutti i punti di gioco e raccolta scommesse.

Sono state, inoltre, elevate contestazioni amministrative al titolare, al gestore e al concessionario di rete degli apparecchi da intrattenimento rinvenuti nel locale per violazioni al Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS).