La modifica alla legge della Regione Piemonte in materia di contrasto al gioco d’azzardo patologico si farà. E’ quanto garantisce l’assessore regionale alla Sicurezza, Fabrizio Ricca in una intervista alla Stampa.

La nuova legge permetterà di superare la norma che, a partire dal prossimo 21 maggio, imporrà lo spegnimento alle slot autorizzate e che non garantiscono la distanza minima dai luoghi sensibili.

Nella nuova norma il numero delle slot nei bar sarà rapportato al numero degli abitanti (sì nei piccoli Comuni dove c’è un solo bar, no ai centri di medie o grandi dimensioni). I sindaci però avranno la posisibilità di vietarle. “Nei prossimi giorni porteremo la legge agli uffici e la prossima settimana faremo lo stesso in giunta. Siamo decisamente alle fasi finali. Contiamo di approvarla definitivamente entro il prossimo 30 giugno”, ha dichiarato Fabrizio Ricca.

Dopo la presentazione saranno le Commissione ad avviare l’iter che si conluderà in Consiglio.

In questo modo sarà eliminata la retroattività della legge, in modo da consentire dl’attività agli apparecchi autorizzati al 2016, ma con la possibilità che il sindaco si pronunci per il divieto.