Basandosi sulle basi di una valutazione complementare sul gioco responsabile all’inizio dell’anno, Future Anthem e Gamesys (una società di Bally’s Corporation) hanno collaborato per analizzare la misura in cui i marcatori di danno dei giocatori possono essere guidati dai giochi che i giocatori scelgono di giocare.

Rilasciata in concomitanza con la Safer Gambling Week (1-7 novembre 2021) – un’iniziativa intersettoriale per promuovere il gioco d’azzardo più sicuro nel Regno Unito e in Irlanda – questa ricerca ha utilizzato i modelli di apprendimento automatico Safer Play di Anthem che sono stati eseguiti su 36 milioni di sessioni di gioco Gamesys per identificare potenziali marcatori di danno che indicano un gioco rischioso. In queste sessioni di gioco è stata condotta un’indagine completa sulla misura in cui i giochi di slot possono essere correlati a indicatori di danno per identificare il legame tra il rischio del giocatore e le tre caratteristiche strutturali del gioco fatte di volatilità, ritorno al giocatore e tasso di successo.

I risultati non dimostrano alcuna correlazione statisticamente significativa tra i marcatori di danno dei giocatori e l’esperienza fornita dai diversi giochi. L’analisi di Future Anthem, lo specialista pionieristico di intelligenza artificiale e scienza dei dati di gioco, indica che queste caratteristiche strutturali non sono associate a indicatori comportamentali di danno. Inoltre, non vi erano prove che specifici indicatori di rischio, come lo staking, fossero collegati a giochi specifici all’interno della categoria. Questo è solo l’inizio di quella che diventerà una ricerca più ampia sulle caratteristiche del gioco, sul design del gioco e sugli indicatori di danno per comprendere gli aspetti dei giochi che forniscono un’esperienza di gioco sostenibile e divertente.

I fattori chiave di rilievo in questa ricerca suggeriscono che ci sono altri apprendimenti che possono aiutare a rilevare il gioco rischioso, tra cui l’ora del giorno, la deviazione dai normali schemi di gioco e la recente classificazione delle sessioni rischiose. Le statistiche trovate a supporto di questo includono: gioco notturno (12:00-6:00), 36% più rischioso rispetto alle altre ore del giorno; i giocatori avevano 7 volte più probabilità di avere un’altra sessione ad alto rischio rispetto a quelli che avevano appena avuto una sessione sicura.

“Siamo lieti di aver intrapreso una ricerca in un’area così importante del nostro settore con Gamesys. Gli aspetti dei giochi, dei giocatori, dei comportamenti e della protezione sono spesso mitizzati. Abbiamo implementato modelli di apprendimento automatico completi con quantità significative di dati sul gameplay per far luce su una parte del puzzle. Non vediamo l’ora di intraprendere ulteriori ricerche sui giochi e sulla progettazione dei giochi per identificare come gli operatori e gli studi di gioco d’azzardo possono fornire un’esperienza di gioco divertente e sostenibile”, ha affermato Chris Conroy, Chief Data Officer, Future Anthem.

“Come parte del nostro costante impegno per l’esperienza dei giocatori, siamo orgogliosi di far parte di una ricerca che aiuta meglio il settore del gioco d’azzardo a comprendere il legame tra i marcatori di danno e l’esperienza di gioco. Ci sforziamo sempre di creare e gestire giochi che siano più adatti ai nostri giocatori, con rigorose politiche di selezione: questa ricerca è un’altra pietra miliare del nostro viaggio”, ha affermato Kevin Clegg, Direttore della sostenibilità presso Gamesys (una società della Bally’s Corporation).

Il prodotto Safer Play di Future Anthem utilizza l’intelligenza artificiale all’avanguardia per rilevare in modo proattivo i comportamenti di scommessa durante la sessione che indicano che i giocatori potrebbero mostrare segni di danno, creando un punteggio per ogni sessione di gioco per ogni giocatore (una sessione di gioco va dal lancio del gioco alla chiusura del gioco). I suoi modelli di apprendimento automatico valutano più di 80 metriche separate che corrispondono a indicatori di danno che sono stati affinati in miliardi di giri per raggruppare le sessioni di gioco in base al loro livello di rischio. Per questa specifica ricerca intrapresa con Gamesys, sono state create 36 milioni di sessioni di gioco, che hanno coinvolto oltre 2 miliardi di giri, in 5 milioni di ore di gioco su 368 giochi, da più di 800.000 giocatori. Future Anthem crede che questa ricerca sia la prima del suo genere poiché la maggior parte delle altre ricerche in quest’area si concentra comprensibilmente sul giocatore stesso. Il team di Future Anthem intende continuare la sua ricerca in quest’area concentrandosi ulteriormente sulle relazioni tra giochi, funzionalità, design e sui loro collegamenti con il rischio e l’esperienza del giocatore.