svizzera

L’integrità e l’etica dello sport vanno salvaguardate. Per questo motivo il Consiglio degli Stati della Svizzera ha deciso all’unanimità di approvare la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive.

Il testo mira in particolare a contrastare le scommesse illegali. La corruzione e la manipolazione delle competizioni sono diventate un grande pericolo per lo sport, che riguarda  anche la Svizzera. Nella maggior parte dei casi i truffatori vogliono ottenere vincite da scommesse sportive illegali, ha sottolineato Ruedi Noser (PLR/ZH) a nome della commissione.

Per contrastare questo fenomeno, quattro anni fa i ministri dello sport dei Paesi del Consiglio d’Europa hanno firmato a Macolin (BE) un apposito trattato, denominato appunto “Convenzione di Macolin“. Per la Svizzera la firma è stata posta dall’allora ministro dello sport Ueli Maurer. Il dossier è pronto per le votazioni finali.

Commenta su Facebook