L’attacco atomico dei bergamaschi alla prova più difficile. Il successo bianconero si gioca a 2,10, pareggio a 3,65. Tradizione tutta juventina: l’ultima vittoria dell’Atalanta a Torino in Serie A risale al 1989 – Napoli avanti al San Paolo contro il Milan – Lazio e Roma a bassa quota su Sassuolo e Brescia

La via per lo scudetto è già abbastanza larga: per farla diventare un’autostrada, la Juventus deve battere domani l’Atalanta, che si presenta all’Allianz Stadium sull’onda di nove vittorie consecutive in campionato, alle quali si aggiungono le due contro il Valencia in Champions League. Le crepe difensive palesate dai bianconeri nella gara con il Milan potrebbero allargarsi di fronte all’attacco atomico della Dea (85 reti in 31 partite), ma il ritorno di De Ligt gioca a favore di Sarri, così come quello di Dybala aumenta di molto la pericolosità offensiva della sua squadra. Quanto al pronostico, gli analisti di SNAI confezionano quote favorevoli ai campioni d’Italia, ma evitano di allargare troppo la forbice tra «1» e «2». Il successo della Juve è a 2,10, l’Atalanta è data a 3,25. L’ultimo incrocio all’Allianz è finito 1-1, nel maggio di un anno fa: un’altra «X» si gioca a 3,65. La tradizione è a marcate tinte bianconere, tanto che l’ultima vittoria dell’Atalanta a Torino risale al lontano 8 ottobre del 1989. Ma questa Atalanta è un’altra cosa, e sarà difficile impedirle di andare in gol. Eloquenti, al riguardo, le quote dell’Over, appena 1,50, e del Goal, 1,43. Un’occhiata ai possibili marcatori: come al solito, Cristano Ronaldo in pole, a 1,85. Seguono Dybala e Higuain a 2,50 e poi la batteria di fuoco bergamasca, con Zapata a 3,00 e Ilicic e Muriel appaiati a 3,50.

Domenica sera, match pieno di storia al San Paolo tra Napoli e Milan, due delle squadre più brillanti in questo periodo. Il Napoli gioca per la quinta piazza, il Milan anche per un posto in Europa League. L’impresa rossonera di martedì scorso con la Juve non spinge gli analisti SNAI a orientare il pronostico sul «2». Avanti dunque gli azzurri dell’ex Gattuso, a 2,15, mentre le chance rossonere sono collocate a 3,35 e il pareggio a 3,40. Ci sarà Rebic, che da quando la Serie A è ripartita, è andato in gol in quattro giornate su cinque. Il suo centro numero undici in campionato vale 3,75. SNAI però continua a riporre grande fiducia in Ibrahimovic, a 3,50 . Nel Napoli, Mertens a 2,75, seguito da Milik a 3,00 e Insigne a 3,25.

Tra le altre, la Lazio apre la 32ª giornata domani pomeriggio all’Olimpico con il Sassuolo. I biancocelesti sembrano sfibrati, gli emiliani volano sull’onda di tre vittorie consecutive. Considerazioni che non incidono però sulle quote, visto che la Lazio è nettamente avanti, a 1,60 contro 5,25. A seguire, il Brescia gioca le ultime carte per la salvezza con la Roma. Il «2» giallorosso è largamente il risultato più probabile, a 1,50, il segno «1» bresciano si alza fino a 6,25. In perfetto equilibrio il derby Parma-Bologna (2,65 sia per il segno «1» che per il «2»). Chiude il turno, lunedì, il match tra Inter e Torino, sbilanciato sul segno «1», a 1,45. Il «2» del Toro, che ha messo in fila sei sconfitte nelle ultime sei trasferte, è offerto a 6,50.