Era il 2004 quando l’Italia Under 21 di Claudio Gentile vinceva il quinto titolo Europeo, un record poi pareggiato dalla solita Spagna. In quella squadra giocavano Amelia, Barzagli, Zaccardo, De Rossi e Gilardino che, appena due anni dopo, avrebbero alzato a Berlino la Coppa del Mondo. Da allora però i nostri azzurrini non sono più riusciti a centrare il trofeo continentale e, solo nel 2013, sono giunti in finale battuti, neanche a dirlo, dalle Furie Rosse.

Oggi l’Under 21 allenata da Nicolato ritenta l’assalto alla coppa affrontando, nei quarti di finale, il Portogallo di Rui Jorge da sfavorita visto che gli esperti di Sisal Matchpoint vedono i lusitani vincenti a 2,00 rispetto al 3,80 degli azzurri con il pareggio a 3,40. La forbice si allarga ancora di più per il passaggio turno visto che Dany Mota e compagni sono dati tra le prime quattro a 1,48 rispetto al 2,60 degli azzurrini. L’ipotesi che la sfida venga decisa dal dischetto, invece, pagherebbe 6 volte la posta. Le due squadre non si incrociano da tre anni e allora si impose il Portogallo per 3-2: un risultato del genere, stasera è in quota a 30 mentre il 3-1 per l’Italia, stesso punteggio della semifinale del 2004 quando poi l’Under 21 avrebbe centrato il titolo, si gioca a 36. Tanti ragazzi vorranno regalarsi una notte da ricordare.

Il CT Nicolato punta sul collaudato tandem d’attacco formato da Patrick Cutrone e Gianluca Scamacca. È proprio la punta del Genoa il pericolo numero uno per la difesa del Portogallo, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, che lo vedono nel tabellino dei marcatori a 3,75. Sul fronte opposto occhi puntati su Dany Mota, protagonista quest’anno con la maglia del Monza in Serie B. Il giovane portoghese dovrà essere guardato a vista dalla difesa dell’Under 21 tanto che un suo gol pagherebbe 3 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.