Gioco d’azzardo online illegale: in 100 giorni di lockdown per il Coronavirus ADM ha bloccato 176 siti non autorizzati

Il gioco d’azzardo online illegale è una realtà. A riprova dell’attenzione che la criminalità riserva all’offerta illegale gli ultimi dati sull’attività di controllo in materia di siti non autorizzati.

Nei 100 giorni in cui l’Italia era bloccata per l’emergenza da pandemia da COVID-19, ovvero tra il 5 marzo e l’11 giugno 2020, sono stati oscurati in totale 176 siti web di gioco d’azzardo, più di uno al giorno.

Si si analizzano i dati precedenti il numero di siti identificati era stata decisamente inferiore: appena tre in 4 mesi.

Per monitorare l’offerta di servizi di gioco ADM si avvale del supporto di Sogei che ha sviluppato nel corso del tempo 87 strumenti evoluti che contrastano fenomeni di illegalità, di cui 32 la contrastano direttamente e 55 indirettamente.

Nei giorni scorsi l’Eurispes ha ricordato che non è una novità l’interesse malavitoso per un’area che fino agli inizi degli anni Duemila era esclusivo appannaggio di chi operava nell’illegalità e senza controllo. “La legalizzazione e la regolamentazione del settore sono state una scelta politica sorretta da motivazioni di ordine socio-sanitario, di controllo e tutela dell’ordine pubblico, con riflessi significativi sempre più importanti per le entrate erariali”, ha dichiarato il Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara.