slot
Print Friendly, PDF & Email

“Il fenomeno è trasversale, colpisce giovani e anziani, uomini e donne. Si tratta ovviamente di persone ‘malate’ che, con l’illusione del facile guadagno, finiscono per giocarsi tutto lo stipendio. La piaga del gioco d’azzardo colpisce le zone più povere e dove il lavoro spesso manca. E alle macchinette giocano prevalentemente coloro che passano molto tempo in bar o che si fermano sulla strada di passaggio per fare qualche puntata”.

E’ quanto dichiarato dal sindaco di Villanova Marchesana (RO), Riccardo Rigotto.

“Anche gli stranieri, zingari compresi, sono clienti piuttosto abituali dei locali in cui, in paese, ci sono videopoker e macchinette”, dice il sindaco. “Spesso queste persone hanno in mano soldi sporchi: giocarli è un modo piuttosto semplice per ripulirli”.

“Si tratta di una piaga sociale – conclude Rigotto – di fronte alla quale però noi come Comune possiamo fare poco. Dovrebbe essere in primis lo Stato a mettere dei paletti per limitare il fenomeno”.

Commenta su Facebook