vicenza
vicenza

A partire da gennaio pubblici esercizi e negozi di vicinato potranno beneficiare di consistenti sconti per l’occupazione del suolo pubblico. Questa mattina infatti la giunta ha approvato la delibera che fissa le tariffe del canone (cosap), ma ha anche ridotto gli importi dovuti alla voce diritti di segreteria per le pratiche di carattere commerciale presentate al Suap, lo sportello unico per le attività produttive.

“Abbiamo messo nero su bianco – dichiara l’assessore alle attività produttive Silvio Giovine – il proposito di questa amministrazione di andare incontro alle esigenze manifestate dalle categorie economiche e dalle associazioni che le rappresentano. Saranno in particolare i plateatici a trarre vantaggio dalle importanti novità che andiamo ad introdurre, soprattutto nell’ottica di incentivare il plateatico, e di incentivarlo tutto l’anno”.

Quanto ai diritti di segreteria da corrispondere al Comune per i procedimenti commerciali seguiti dal Suap, diminuiscono da 30 a 20 euro le pratiche degli esercizi di vicinato (nuove aperture, trasferimento sede e altre variazioni), di gestione-affido di reparto, dei produttori agricoli e delle forme speciali di vendita, mentre aumentano per grandi strutture di vendita (centri e parchi commerciali) che passano da 600 a 700 euro. Diminuiscono da 100 a 80 euro i diritti per l’apertura di nuovi pubblici esercizi, mentre aumentano da 100 a 120 quelli per l’autorizzazione di sale giochi. Viene infine ridotta da 80 a 50 anche la scia per la concessione di occupazione di suolo pubblico.

“Le riduzioni possono sembrare simboliche – conclude l’assessore -, ma interessano la stragrande maggioranza delle pratiche di carattere commerciale che arrivano in Comune. Gli aumenti invece interessano casi molto meno frequenti”.

Commenta su Facebook