“Quanto alle imposte indirette, la flessione complessiva è di 3.000 milioni, per lo più ascrivibile all’adeguamento al quadro di previsione del DEF, solo in parte mitigata dall’andamento più favorevole atteso sulla base dei risultati già conseguiti, in particolare, per i proventi del gioco del lotto (per 475 milioni), al lordo delle maggiori spese per gli aggi da corrispondere ai concessionari del gioco e per il pagamento delle relative vincite (per 270 milioni), nonché per il gettito IVA”.

Lo ha detto in V Commissione alla Camera il relatore Antonio Zennaro (M5S) durante l’esame del Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2018 e delle Disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2019.

Presentato anche un emendamento che riportiamo di seguito riguardante l’ippica.

“Conseguentemente, allo stato di previsione del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, missione 1 – Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca, programma 1.3 – Politiche competitive, della qualità agroalimentare, della pesca, dell’ippica e mezzi tecnici di produzione, apportare le seguenti variazioni:

2019:
CP: +50.000.000;
CS: +50.000.000.

Tab. 8. 4. Lucaselli, Lollobrigida, Rampelli, Zucconi”.

Commenta su Facebook