Print Friendly, PDF & Email

UK. I laburisti chiedono il divieto di pubblicità sul gioco d’azzardo durante gli eventi sportivi live nel tentativo di affrontare il problema del gioco d’azzardo. Secondo l’opposizione bisognerebbe anche impedire alle persone di usare le carte di credito per le scommesse e introdurre una tassa sugli operatori del gioco d’azzardo per aiutare a pagare le cure.

Il vice leader Tom Watson ha dichiarato che il problema del gioco d’azzardo è “un’emergenza sanitaria pubblica”.

Ma i conservatori hanno criticato i laburisti che hanno pensato a “liberalizzare il mercato del gioco d’azzardo quando erano al potere”.

Un rapporto commissionato dai Labouristi ha rilevato che ci sarebbero 430.000 dipendenti dal gioco nel Regno Unito, 25.000 dei quali con meno di 16 anni .

Watson ha dichiarato che il suo partito introdurrà un divieto “whistle-to-whistle” sugli annunci di giochi d’azzardo mostrati durante un determinato periodo prima, durante e dopo un evento sportivo dal vivo.

Ha detto che gli esperti nel trattamento della dipendenza dal gioco d’azzardo hanno affermato che questi tipi di pubblicità hanno causato “un particolare problema”.

All’inizio di quest’anno, il Comitato per le pratiche pubblicitarie e il Comitato di radiodiffusione della pratica pubblicitaria hanno annunciato standard più severi in materia di pubblicità sul gioco d’azzardo, tra cui la messa al bando delle pubblicità che esortavano gli appassionati di sport a “scommettere subito” durante gli eventi.

Nella proposta si stabilisce un prelievo dell’1% del rendimento lordo del gioco d’azzardo degli operatori. Attualmente il prelievo è volontario . Secondo i laburisti una tassa obbligatoria produrrebbe circa 140 milioni di sterline l’anno “, il che ci consentirebbe di trattare più tossicodipendenti da gioco quando hanno bisogno di aiuto per le loro condizioni”.

“Le società di gioco devono assumersi maggiori responsabilità per i danni causati dai loro prodotti e contribuire maggiormente alla ricerca e al trattamento”.

In questa ultima stagione, quasi il 60% dei club nelle prime due divisioni dell’Inghilterra hanno nomi delle società di gioco sulle loro magliette, compresi nove dei 20 club della Premier League e 17 dei 24 del campionato.

La ricerca suggerisce anche che gli spettatori delle partite della Coppa del Mondo sono stati esposti a 90 minuti di pubblicità di scommesse durante il Mondiale in Russia.

Chris Skidmore, vice presidente dei Conservatori ha dichiarato: “I laburisti hanno liberalizzato il mercato del gioco d’azzardo quando erano al potere e hanno ammesso di aver sbagliato.

“Stiamo correggendo gli errori dei Laburisti – assicurando regole più severe sulla pubblicità del gioco d’azzardo, aumentando le protezioni sul gioco online, lanciando una campagna di sensibilizzazione , commissionando ricerche sui danni del gioco d’azzardo problematico e tagliando la puntat massima sui terminali di scommesse a quota fissa, che sono stati introdotti proprio sotto il governo laburista. “

Commenta su Facebook