I centri scommesse, le sale da gioco e gli apparecchi da intrattenimento a vincita dovranno essere distanti almeno 500 metri dai luoghi sensibili e rispettare limiti orari. E’ quanto stabilito in un’ordinanza dal sindaco di Rosolini (SR), Pippo Incatasciato.

L’ordinanza non si applica alle sale già esistenti. Tra i luoghi sensibili sono classificabili gli Istituti Scolastici di qualsiasi ordine e grado, i luoghi di culto, i centri di aggregazione sociale, i centri giovanili, i centri ricreativi, le strutture culturali, le strutture sportive frequentate frequentemente dai giovani e le strutture operanti in ambito sanitario socio assistenziale.

Nell’ordinanza – come detto – sono stati rideterminati gli orari di apertura delle sale gioco autorizzate (a esclusione delle sale bowling e biliardo). Nel periodo scolastico, da settembre a giugno: da lunedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 23. Nel periodo non scolastico, da giugno a settembre: da lunedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 24.

Orari di funzionamento degli apparecchi da intrattenimento: periodo scolastico (15 settembre-15 giugno) da lunedì a domenica compresi i festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 24; periodo non scolastico (16 giugno-14 settembre) da lunedì a domenica compresi i festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 24.