Intensificare i controlli nelle sale slot e nelle attività dove si gioca d’azzardo tramite terminali online, inasprire le sanzioni per il mancato rispetto dei regolamenti e mettere in campo azioni utili a ridurre il gioco nelle ore notturne. E’ quanto chiede l’assemblea capitolina al sindaco Roberto Gualtieri, con una mozione approvata all’unanimità il 12 gennaio. Lo riporta romatoday.it.

L’atto è stato portato in aula Giulio Cesare dal consigliere e deputato di Demos, Paolo Ciani. “Questa mozione – ha spiegato – vuole essere un sostegno e un aiuto sia per le persone vittime di ludopatia e per le loro famiglie sia per i lavoratori del settore, costretti a sostenere orari di lavoro che si protraggono, in contesti in cui la disperazione, l’illusione e la disillusione possono degenerare in comportamenti pericolosi. Ci sono delle norme a tutela della salute pubblica, della libertà, della dignità di ogni cittadino, norme che devono essere rispettate da tutti”.

Ricordiamo che nel 2018 l’allora sindaca Virginia Raggi, con l’ordinanza 111 del 26 giugno, stabiliva gli orari in cui è permesso il funzionamento degli apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro: dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23, anche nei giorni festivi.

Articolo precedenteSlot e tassa 500 milioni. Il TAR sospende processo in attesa della pronuncia del Consiglio di Stato
Articolo successivoScommesse calcio, Premier League: United all’assalto del City nel derby di Manchester. Kane incubo dell’Arsenal, la rete del bomber inglese a 2,50 su Sisal