puglia
Print Friendly, PDF & Email

“Dopo settimane di vergognoso silenzio sul tema, finalmente la Giunta regionale, messa con le spalle al muro dal M5S, davanti ad una notizia che probabilmente speravano non trapelasse, si è dichiarata contraria alla proposta di sospensione dell’applicazione della Legge di contrasto al fenomeno del Gioco d’Azzardo Patologico nella parte in cui obbliga al rispetto della distanza minima di 500 metri dai luoghi sensibili coloro che hanno slot machine, vlt e centri scommesse, passata in III Commissione.

Ricordiamo che i centri scommesse hanno avuto ben 5 anni per adeguarsi alla normativa e chi non lo ha fatto non può sperare in una eterna proroga. Certamente è grottesco che a dare comunicazione di questa posizione del Governo sia proprio Borraccino, “compagno” di partito di chi ha avanzato questa indecente proposta, il consigliere di maggioranza Ernesto Abaterusso (LeU). Ora ci auguriamo che le parole dell’Assessore Borraccino vengano seguite dai fatti in Consiglio, quando e se l’assemblea sarà chiamata a votare la proposta. È un altro risultato del Movimento 5 Stelle contro il gioco d’azzardo che già a livello nazionale ha previsto il divieto della pubblicità del gioco d’azzardo nel Decreto Dignità”. Così in una nota il M5S della Regione Puglia.

Commenta su Facebook